Contributi per l’abbattimento delle rette per la frequenza ai servizi educativi per la prima infanzia, servizi integrativi e servizi sperimentali

Responsabile del provvedimento

Responsabile del procedimento

Responsabile dell'istruttoria

  • U.O.C. - Ambito Noncello

Referenti

Descrizione sintetica del procedimento

Si tratta di benefici economici erogati alle famiglie per il parziale abbattimento dei costi da esse sostenuti per la frequenza dei figli ai nidi d’infanzia, ai servizi integrativi ed ai servizi sperimentali, gestiti sia da soggetti pubblici che da soggetti del privato sociale o da privati.

La Regione sostiene le famiglie nel pagamento delle rette per la frequenza di nidi, servizi educativi domiciliari, spazi gioco, centri per bambini e genitori e servizi sperimentali. Inoltre, la Regione, nell’ambito della programmazione comunitaria 2021-2027 del fondo Sociale Europeo Plus, intende implementare le misure di abbattimento delle rette dei servizi educativi per la prima infanzia regionali (di cui all’articolo 15 della L.R. 20/2005) con risorse integrative che consentono di ampliare la platea dei beneficiari, con particolare riguardo alle famiglie anche in condizioni di maggior svantaggio economico e sociale e al fine di favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

Presentando la domanda entro i termini del bando, le famiglie sosterranno da subito una retta già ridotta dal contributo regionale. il quale verrà erogato direttamente ai soggetti gestori pubblici o privati che abbiano sottoscritto uno specifico accordo.

Info

Accesso ai servizi educativi per la prima infanzia da parte delle famiglie in condizioni di svantaggio e a sostenere soluzioni di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro

Sedi ed orari specifici di ricevimendo delle domande

Riferimenti normativi

Modalità di presentazione dell'istanza

Le domande per l'anno educativo 2024/25 possono essere presentate esclusivamente per via telematica mediante apposita modalità informatica messa a disposizione dalla Regione (Istanze OnLine - IOL), a partire dal 31 marzo 2024 ed entro il 31 maggio 2024, a cui accedere con una delle seguenti modalità:

- SPID (Sistema pubblico di identità digitale)

- CRS (Carta regionale dei servizi)

- CIE (Carta d’identità elettronica italiana).

È possibile accedere a IOL mediante il collegamento presente sulla pagina regionale dedicata, di cui al seguente link: Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Servizi per la prima infanzia - abbattimento rette anno educativo 2024/2025 .

Requisiti

Il Regolamento prevede che:
• Per i nuclei familiari con un unico figlio minore (ISEE fino a 50.000,00 euro) la misura è stabilita fino a un massimo di 250,00 euro per la frequenza a tempo pieno e fino a un massimo di 125,00 euro per la frequenza a tempo parziale.
• Per i nuclei familiari con due o più figli minori (ISEE fino a 50.000,00 euro) la misura è stabilita fino a un massimo di 450,00 euro per la frequenza a tempo pieno e fino a un massimo di 225,00 euro per la frequenza a tempo parziale.


Benefici per la frequenza di nidi, servizi educativi domiciliari, spazi gioco, centri per bambini e genitori e servizi sperimentali accreditati o "in fase di accreditamento".

Termini per la presentazione della domanda

Per l'anno educativo 2024/25 e per avere la certezza di ottenere il beneficio occorre presentare la richiesta entro il 31 maggio 2024. Le richieste presentate successivamente potranno essere accolte a seconda della disponibilità di fondi.

Tutela amministrativa e giurisdizionale

  • Opposizione scritta al Responsabile del Servizio sociale dei comuni: entro 30 giorni dalla conoscenza del provvedimento

  • Ricorso al TAR: entro 60 giorni dalla conoscenza del provvedimento

  • Ricorso straordinario al Presidente della Repubblica: entro 120 giorni dalla conoscenza del provvedimento

  • Opprosizione al Responsabile del Servizio sociale dei comuni:entro 30 giorni dalla conoscenza del provvedimento

  • Ricorso al TAR: entro 60 giorni dalla conoscenza del provvedimento

  • Ricorso straordinario al Presidente della Repubblica: entro 120 giorni dalla conoscenza del provvedimento

Potere Sostitutivo - a chi rivolgersi in caso di inerzia dell'amministrazione

Di Marzo Rossella - Dirigente Settore IV- Comune di Pordenone - 0434/392620 - rossella.dimarzo@comune.pordenone.it

Responsabile ufficio competente all'adozione del provvedimento

Di Marzo Rossella - Dirigente Settore IV- Comune di Pordenone - 0434/392620 - rossella.dimarzo@comune.pordenone.it

Uffici

Pordenone

Telefono: 0434 392611

Indirizzo: Piazzetta Calderari, 2 - Pordenone

Leggi altro

Cittadella della Salute

Telefono: 0434 392711

Indirizzo: Via Montereale, 32 - Scala B, Terzo piano - Pordenone

Leggi altro

Cordenons

Telefono: 0434 586911

Indirizzo: Piazza della Vittoria, 1 - Cordenons

Leggi altro

Porcia

Telefono: 0434 923071

Indirizzo: Via delle Risorgive, 3 - Porcia

Leggi altro

Roveredo in Piano

Telefono: 0434 38868

Indirizzo: Via G. Carducci, 9 - Roveredo in Piano

Leggi altro

San Quirino

Telefono: 0434.917682

Indirizzo: Via Piazzetta, 4 - San Quirino

Leggi altro

Zoppola

Telefono: 0434 577511

Indirizzo: via A. Romanò n. 14 - Zoppola

Leggi altro

Ultima modifica: 17/05/2024

Area riservata

 

Territorio

Territorio

Segnalazioni

Segnalazioni

SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI