Contributi regionali di sostegno del genitore affidatario del figlio minore, nei casi di mancata corresponsione, da parte del genitore obbligato, delle somme destinate al mantenimento del minore nei termini e alle condizioni stabilite dall'autorità giudiziaria.

Responsabile del procedimento

Responsabile dell'istruttoria

  • U.O.S. - Tutela Minori

Referenti

Descrizione sintetica del procedimento

Sono interventi di sostegno economico di importo pari al 75% della somma stabilita dall'autorità giudiziaria per il mantenimento del figlio o dei figli minori e, comunque, fino a un massimo di 300,00 € mensili per figlio minore. La prestazione viene concessa per un periodo di un anno rinnovabile fino al raggiungimento della maggiore età del minore qualora permangano i requisiti previsti dalla normativa.

Possono benericiarne genitore residente nel territorio regionale in possesso di una attestazione ISEE non superiore a 20.000,00 € annui, aggiornato annualmente sulla base dell'indice ISTAT.

Presupposti per l'accesso al beneficio sono l'esperimento infruttuoso di procedure esecutive nei confronti del genitore obbligato, nonché l'avvenuta querela per omesso versamento.

Riferimenti normativi

  • L.R. 7 luglio 2006, n. 11 (Interventi regionali a sostegno della famiglia e della genitorialità), art. 9 bis;
  • Regolamento per la determinazione del sostegno al figlio minore ai sensi della LR 11/2006, art.9 bis , approvato con Decreto del presidente della Regione n. 306 del 2 novembre 2009, pubblicato sul BUR n. 45 del 11/11/09.

Termini per la presentazione della domanda

Variabili e fino ad esaurimento fondi.

Tutela amministrativa e giurisdizionale

  • Opposizione scritta al Responsabile del Servizio sociale dei comuni: entro 30 giorni dalla conoscenza del provvedimento
  • Ricorso al TAR: entro 60 giorni dalla conoscenza del provvedimento
  • Ricorso straordinario al Presidente della Repubblica: entro 120 giorni dalla conoscenza del provvedimento
  • Opprosizione al Responsabile del Servizio sociale dei comuni:entro 30 giorni dalla conoscenza del provvedimento
  • Ricorso al TAR: entro 60 giorni dalla conoscenza del provvedimento
  • Ricorso straordinario al Presidente della Repubblica: entro 120 giorni dalla conoscenza del provvedimento

Potere Sostitutivo - a chi rivolgersi in caso di inerzia dell'amministrazione

Lisetto Miralda - Dirigente Settore III - Comune di Pordenone - 0434-391619 - miralda.lisetto@comune.pordenone.it

Uffici

Pordenone

Telefono: 0434 392611

Indirizzo: Piazzetta Calderari, 2 - Pordenone

Leggi altro

Cordenons

Telefono: 0434-586925

Indirizzo: Piazza della Vittoria, 1 - Cordenons

Leggi altro

Porcia

Telefono: 0434 923071

Indirizzo: Via delle Risorgive, 3 - Porcia

Leggi altro

Roveredo in Piano

Telefono: 0434-388682

Indirizzo: Via G. Carducci, 9 - Roveredo in Piano

Leggi altro

San Quirino

Telefono: 0434 916561

Indirizzo: Via Molino di Sotto, 41 - San Quirino

Leggi altro

Ultima modifica: 02/03/2017

Area riservata

 

Territorio

Territorio

Segnalazioni

Segnalazioni

SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI