Il Reddito di inclusione (REI) è una misura di contrasto alla povertà dal carattere universale, condizionata alla valutazione della condizione economica. I cittadini potranno richiederlo dal 1° dicembre 2017 presso il Comune di residenza o eventuali altri punti di accesso che verranno indicati dai Comuni. Il REI si compone di due parti: 1. un beneficio economico, erogato mensilmente attraverso una carta di pagamento elettronica (Carta REI); 2. un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa volto al superamento della condizione di povertà, predisposto sotto la regia dei servizi sociali del Comune. Dal 1° gennaio 2018 il REI sostituirà il SIA (Sostegno per l'inclusione attiva) e l'ASDI (Assegno di disoccupazione).

Responsabile del procedimento

Responsabile dell'istruttoria

  • U.O.C. - Ambito Distrettuale Urbano 6.5
  • U.O.S.T. - Comuni di Cordenons e S. Quirino
  • U.O.S.T. - Comuni di Porcia e Roveredo in Piano

Referenti

Descrizione sintetica del procedimento

Il beneficio viene concesso per un periodo massimo di 18 mesi e, se necessario, potrà essere rinnovato per ulteriori 12 mesi. In tal caso, la richiesta di rinnovo potrà essere inoltrata non prima di 6 mesi dall'erogazione dell'ultima mensilità.

Il beneficio economico viene versato mensilmente su una carta di pagamento elettronica (Carta REI). Completamente gratuita, funziona come una normale carta di pagamento elettronica con la differenza che, anziché essere caricata dal titolare della carta, è alimentata direttamente dallo Stato.

Info

Pagina informativa dettagliata pubblicata sul Sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Riferimenti normativi

Modalità di presentazione dell'istanza

la domanda è presentata on-line sull'applicativo regionale SIMIA per il tramite degli operatori dell'Ente - L’applicazione permette l’inserimento di tutte le informazioni contenute nei modelli sia per la richiesta della MIA che del ReI.

Requisiti

Requisiti familiari
Il nucleo familiare deve trovarsi in almeno una delle seguenti condizioni:

  • presenza di un minorenne;
  • presenza di una persona con disabilità e di almeno un suo genitore o un suo tutore;
  • presenza di una donna in stato di gravidanza accertata (nel caso in cui sia l'unico requisito familiare posseduto, la domanda può essere presentata non prima di quattro mesi dalla data presunta del parto e deve essere corredata da documentazione medica rilasciata da una struttura pubblica).
  • presenza di un componente che abbia compiuto 55 anni con specifici requisiti di disoccupazione.

Requisiti economici
Il nucleo familiare deve essere in possesso congiuntamente di:

  • un valore ISEE in corso di validità non superiore a 6mila euro;
  • un valore ISRE (l'indicatore reddituale dell'ISEE, ossia l'ISR diviso la scala di equivalenza, al netto delle maggiorazioni) non superiore a 3mila euro;
  • un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 20mila euro;
  • un valore del patrimonio mobiliare (depositi, conti correnti) non superiore a 10mila euro (ridotto a 8 mila euro per la coppia e a 6 mila euro per la persona sola). 

Altri requisiti
Per accedere al REI è inoltre necessario che ciascun componente del nucleo familiare:

  • non percepisca già prestazioni di assicurazione sociale per l'impiego (NASpI) o altri ammortizzatori sociali di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria;
  • non possieda autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati la prima volta nei 24 mesi antecedenti la richiesta (sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità);
  • non possieda navi e imbarcazioni da diporto (art. 3, c.1, D.lgs. 171/2005).

Documenti da presentare

  • Carta di identità o Permesso di soggiorno
  • Documento ISEE valido( si ricorda la scadenza del gennaio 2018 per le ISEE 2017)
  • Numero di targa e fotocopia libretto delle autovetture
  • Documentazione attestante lo stato di disoccupazione (NASPI,ASDI, mod.DID)

Termini per la presentazione della domanda

Non vi sono termini. Le domande possono essere presentate dal 01/12/2017

Termini per l'adozione del provvedimento

Entro 30 giorni dalla presentazione della domanda completa di tutti gli elementi. L'erogazione della Misura decorre dal bimestre successivo a quello in cui viene presentata la domanda.

Tutela amministrativa e giurisdizionale

  • Opposizione scritta al Responsabile del Servizio sociale dei comuni: entro 30 giorni dalla conoscenza del provvedimento
  • Ricorso al TAR: entro 60 giorni dalla conoscenza del provvedimento
  • Ricorso straordinario al Presidente della Repubblica: entro 120 giorni dalla conoscenza del provvedimento
  • Opprosizione al Responsabile del Servizio sociale dei comuni:entro 30 giorni dalla conoscenza del provvedimento
  • Ricorso al TAR: entro 60 giorni dalla conoscenza del provvedimento
  • Ricorso straordinario al Presidente della Repubblica: entro 120 giorni dalla conoscenza del provvedimento

Potere Sostitutivo - a chi rivolgersi in caso di inerzia dell'amministrazione

Lisetto Miralda - Dirigente Settore III - Comune di Pordenone - 0434-391619 - miralda.lisetto@comune.pordenone.it

Responsabile ufficio competente all'adozione del provvedimento

Lucilla Moro - Pordenone - Settore III - 0434-392606 - lucilla.moro@comune.pordenone.it

Modulistica

Uffici

Pordenone

Telefono: 0434 392611

Indirizzo: Piazzetta Calderari, 2 - Pordenone

Leggi altro

Cordenons

Telefono: 0434-586925

Indirizzo: Piazza della Vittoria, 1 - Cordenons

Leggi altro

Porcia

Telefono: 0434 923071

Indirizzo: Via delle Risorgive, 3 - Porcia

Leggi altro

Roveredo in Piano

Telefono: 0434-388682

Indirizzo: Via G. Carducci, 9 - Roveredo in Piano

Leggi altro

San Quirino

Telefono: 0434 916561

Indirizzo: Via Molino di Sotto, 41 - San Quirino

Leggi altro

Ultima modifica: 06/12/2017

Area riservata

 

Territorio

Territorio

Segnalazioni

Segnalazioni

SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI